Aviazione Leggera On Line
Aviazione Leggera On Line
Home | Profilo | Registrati | Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Dimenticato la tua Password?

 Tutti i forum
 Aviazione Leggera On Line
 DISCUSSIONI GENERALI
 Giorni persi
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

hector
Junior Member

Lazio
268 Messaggi

Inviato il il 20/09/2017 :  12:51:54  Guarda il profilo di  Rispondi Citando

Meriggiare pallido e assorto




presso un rovente muro d’orto,




ascoltare tra i pruni e gli sterpi
schiocchi di merli, frusci di serpi.







Nelle crepe del suolo o su la veccia




spiar le file di rosse formiche




ch’ora si rompono ed ora s’intrecciano
a sommo di minuscole biche.






Osservare tra frondi il palpitare
lontano di scaglie di mare




mentre si levano tremuli scricchi
di cicale dai calvi picchi.





E andando nel sole che abbaglia




sentire con triste meraviglia




com’è tutta la vita e il suo travaglio




in questo seguitare una muraglia




che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia.






Giorni ritrovati

Se è vero che l’estate sta finendo, la buona notizia è che… non è ancora finita.






Sempre basso il livello del lago, ma almeno un po' in crescita, spero.






Sempre basse le basi, in questi giorni finalmente umidi. A ovest come a est.






Dopo tanto, ritrovarsi proprio qui, per caso. Nella valle che, una volta, era stata la tua casa.





Valle Santa di nome e di fatto, quanti ne avrà visti di miracoli! Oggi, un altro?






Era già pomeriggio quando il fronte è passato, e la giornata è cominciata tardi. Troppo, per chi vola in aliante: non c’è nessuno.






Brezze dal mare risalgono la montagna. Condensano presto, ma uno spazio rimane, per chi oggi si sente opportunista.












Non si va lontano, almeno con questo pilota e questo mezzo, ma tanto basta. Meriggiare?






Avanti e indietro, un tornante dopo l’altro, a meriggiare. Pallido non so. Assorto, di sicuro.






Il sole comincia ad abbassarsi, viene il momento di lasciare. Da terra: “Buon rientro!” l’augurio insolito (e gradito).






Sotto le ultime nuvole c’è uno spazio, fra le due montagne, per passare. Altra via sarebbe più scontata, ma qui più bella.









Probabilmente, verso sera, qualche parapendio si attarda ancora.






Quanti saranno? Almeno sei. Unici compagni di volo, per un attimo, poco prima di atterrare.




Domenica pomeriggio: un salto al campo, improvvisato. Un giorno ritrovato.


Ps: meriggiare, pallido, assorto: tutto sommato non male, come poeta. Me darebbe er nobbel



Modificato da - hector in data 20/09/2017 12:52:36
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile
Vai a:
Vai all'inizio della pagina Aviazione Leggera On Line - © DCA s.a.s. - P. Iva 07284580011
Snitz Forums 2000